Archivio Normative
 
 DGR 437-2007 Tetti di spesa
ente: Regione
data emanazione: 25.07.2007

OGGETTO. Finanziamento per l’anno 2007 del livello assistenziale territoriale riferito all’assistenza riabilitativa ex art. 26, alle RSA e alle altre strutture residenziali. Attuazione del Piano di rientro di cui all’accordo sottoscritto ai sensi dell’art 1 comma 180 L. 311/2004: obiettivo specifico 1.3. 
 

                                               LA GIUNTA REGIONALE 

Su proposta dell’Assessore alla Sanità 

VISTO il D.L.gs. 502/92 e successive modificazioni ed integrazioni recante “Riordino della disciplina in materia sanitaria” che disciplina il sistema di finanziamento a quota capitaria da assicurare alle Regioni per garantire livelli uniformi di assistenza e introduce il sistema di finanziamento e di remunerazione a prestazione dei soggetti pubblici e privati che erogano assistenza sanitaria nonché il principio delle libertà di scelta da parte dell’assistito delle strutture eroganti; 

PRESO ATTO del D.L.vo 229/99 che, prevedendo norme attuative da parte del Governo Centrale e di quello regionale, ribadisce l’obbligo per la Regione di definire il fabbisogno appropriato di prestazioni necessarie alla tutela della salute della popolazione; 

VISTA la DGR 37 del 9/01/2001 “programma regionale per la realizzazione di strutture residenziali per malati terminali “Hospice” ai sensi dell’art. 1 legge 39 del 26/02/1999
VISTA la DGR 934 del 29/06/2001 “Modificazioni ed integrazioni della DGR 2591/2000 Centri di riabilitazione convenzioni ai sensi dell’Art. 26 Legge 833/78 accreditamento sperimentale”

VISTA la Legge finanziaria dello Stato 2005 n. 311 del 30/12/2004; 

VISTA  la  Legge finanziaria dello Stato 2006 n. 266 del 23/12/2005; 

VISTA  la  Legge finanziaria dello Stato 2007 n. 296 del 27/12/2006; 

VISTA la DGR 731 del 4 agosto 2005 avente ad oggetto: ” Ripartizione nei livelli di assistenza del fondo sanitario regionale 2005. Finanziamento del livello assistenziale ospedaliero per l’anno e definizione del sistema di remunerazione delle prestazioni ospedaliere  dei soggetti erogatori pubblici e privati per l’anno 2005. Finanziamento e definizione del sistema di remunerazione delle prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale e delle attività di assistenza riabilitativa territoriale “

VISTA la DGR 143 del 22 marzo avente ad oggetto:  “Ripartizione nei livelli di assistenza del fondo sanitario regionale 2006. Finanziamento del livello assistenziale ospedaliero per l’anno e definizione del sistema di remunerazione delle prestazioni ospedaliere  dei soggetti erogatori pubblici e privati per l’anno 2006. Finanziamento e definizione del sistema di remunerazione delle prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale e delle attività di assistenza riabilitativa territoriale.”

CONSIDERATO che la Regione Lazio per aver maturato nel tempo disavanzi di gestione non ripianabili entro il 31 maggio 2006 e per aver accertato un livello di indebitamento del settore sanitario di rilevante consistenza si è  trovata  nella condizione di dover stipulare l’accordo previsto nell’art. 1 comma 180  della legge finanziaria dello Stato 2005 n. 311 del 30/12/2004 e di dover ottemperare a tutti gli obblighi ivi disciplinati per le Regioni in squilibrio economico finanziario; 

VISTO l’accordo sottoscritto il 28 febbraio 2007dal Ministero della Salute, dal Ministero dell’Economia e dal presidente della regione Lazio per l’approvazione del Piano di rientro di individuazione degli interventi per il perseguimento dell’equilibrio economico ai sensi dell’art. 1 comma 180 della L. 30 dicembre 2004 n. 311;
CONSIDERATO che  gli interventi individuati dal Piano di rientro sopraccitato sono per la Regione Lazio  vincolanti ai sensi dell’articolo 1, comma 796, lettera b della legge 27 dicembre 2006 n. 296,

VISTA la DGR n. 149 del 06.03.2007 con la quale è stato approvato l’accordo sottoscritto in data 28.02.07 ed il piano di rientro dal disavanzo e di riqualificazione e razionalizzazione del Servizio Sanitario della Regione Lazio allo stesso allegato quale parte integrante, di prossima pubblicazione; 

ATTESO che il predetto piano di rientro prevede obiettivi generali e specifici all’interno dei quali sono sviluppati obiettivi operativi ed interventi con l’indicazione, per ognuno di essi dei tempi e dei modi di realizzazione; 

ATTESO che tra gli obiettivi specifici individuati nel Piano di Rientro nell’ambito degli interventi agli stessi correlati, con particolare riferimento all’obiettivo 1.3 (interventi 1.3.1.) risultano collocate le misure e le iniziative da assumere sia ai fini della riduzione della spesa sia al fine della riqualificazione dell’assistenza territoriale semiresidenziale e residenziale sia  ai fini di raggiungere una maggiore appropriatezza delle prestazioni sia a fine di incrementare l’offerta  sia al fine di incrementare i controlli sull’attività territoriale

CONSIDERATO che sulla materia oggetto degli interventi e delle misure riferite agli obiettivi specifici sopra indicati sono stati assunti nel tempo provvedimenti che alla presente deliberazione devono essere ricordati e allineati con particolare riferimento: 

alla DRG 902 del 18 dicembre 2006 avente ad oggetto: “Approvazione del quadro economico previsionale del servizio sanitario della Regione Lazio per l’anno 2007 e definizione dei budget di costo delle Aziende Sanitarie del Lazio”  alla DGR 101 del  20 febbraio 2007  con la quale sono stati disposti  interventi in materia di riorganizzazione delle rete ospedaliera e territoriale ai fini del raggiungimento della dotazione ottimale di posti letto per l’anno 2007;
alla DGR 101 del  20 febbraio 2007  con la quale sono stati disposti  interventi in materia di riorganizzazione delle rete ospedaliera e territoriale ai fini del raggiungimento della dotazione ottimale di posti letto per l’anno 2007;
alla DGR 98 del 20 febbraio 2007” Attuazione del piano di risanamento , lo sviluppo il riequilibrio e la modernizzazione della sanità del Lazio. Rimodulazione diaria giornaliera R.S.A.” pubblicata sul BURL  n. 12 del 30 aprile 2007  con la quale è stata rimodulata la ripartizione degli oneri della diaria giornaliera suddivisa tra quota a carico del F.S.R. nella misura del 50% e quota a carico dell’assistito nella misura del restante 50%;

CONSIDERATO che l’applicazione della DGR 98/2007 a decorrere dall’entrata in vigore del provvedimento (30 aprile 2007) determina sulla base dei posti letto  attualmente esistenti e sulla base delle giornate massime erogabili una riduzione della spesa a carico del F.S.R di 58 milioni di euro;
CONSIDERATO che in applicazione della DGR 101 del  20 febbraio 2007 si prevede l’istituzione di almeno 285 posti  letto aggiuntivi di RSA che  ipotizzando un livello assistenziale medio,  determinano una spesa aggiuntiva  pari a 6,2 milioni per anno;
CONSIDERATO pertanto che rispetto al livello di costo indicato nella voce di dettaglio Acquisto dei servizi sanitari – altra assistenza da privato -“del quadro  di sintesi conto Economico  2007-2009 di cui alla pagina 160 del piano di rientro, si determina rispetto al livello di costo tendenziale  di 349 milioni un risparmio netto di 52 milioni ed un programmatico di 297 milioni cosi come indicato nella Tabella Allegato 1 che fa parte integrante del presente provvedimento;
PRESO ATTO della proposta di delibera  di Giunta sui fabbisogni di dell’assistenza  sanitaria nella regione Lazio che  prevede la riduzione di circa 226 posti per l’assistenza residenziale territoriale psichiatrica;
RILEVATO che la suddetta riduzione di posti alle tariffe vigenti nella Regione Lazio determina un risparmio di circa 12,8 milioni di euro nella componente di costo altri servizi sanitari
RITENUTO necessario nell’attesa della definizione delle quote sociali e sanitarie sulla riabilitazione ex art 26 da concordare con le parti sociali e  dell’introduzione di  un nuovo strumento di valutazione multi dimensionale per l’ammissione alle prestazioni assistenziali di tipo residenziale, semiresidenziale e domiciliare per anziani ed altri tipi di pazienti non autosufficienti da concordare  con il Ministero della Salute ed il Ministero dell’Economia, stabilire per l’anno 2007 un budget di comparto di 230 milioni di euro destinato alla remunerazione delle prestazioni di assistenza riabilitativa territoriale erogate dai soggetti privati provvisoriamente accreditati che erogano prestazioni ex art. 26;

PRESO ATTO che dalla verifica dei conti economici di preconsuntivo 2006 delle ASL  alcune di esse non hanno correttamente rilevato i costi riferiti alle strutture residenziali  e territoriali che erogano assistenza psichiatrica per cui gli stessi per un importo di circa 20 milioni sono stati inseriti nella voce riabilitazione e che pertanto la riduzione effettiva relativa alla fissazione del budget di 230 milioni è di 20 milioni anziché 40 milioni come apparirebbe;

RILEVATO che tale budget è ritenuto congruo rispetto alle prestazioni effettivamente erogate nell’anno 2006 per effetto delle misure relative all’appropriatezza delle prestazioni  erogate e dell’attivazione già dal 2006 delle procedure di controllo attivate dalle ASL attraverso le Unità Clinica di Valutazione (UCV) composte con criteri multidisciplinari da personale professionalmente qualificato in servizio presso le strutture territoriali ed ospedaliere dell’Azienda e per effetto della verifica dei progetti  riabilitativi inviati dai centri di riabilitazione che insistono nel territorio;
 
PRESO ATTO dei Bilanci economici di previsione 2007 delle ASL approvati con L.R. n.28/2006 all’interno dei quali alle Aziende sanitarie è stato assegnato quale obiettivo specifico di costo per l’anno 2007 un budget per l’assistenza protesica ed integrativa ridotto del 5% rispetto alla spesa registrata nell’anno 2006;

RITENUTO  pertanto di definire a livello regionale  il budget 2007 per l’assistenza protesica e integrativa nella misura di 180,8 milioni di euro e che tale obiettivo sarà conseguito attraverso un puntuale controllo delle procedure di erogazione dei presidi e degli ausilii protesici  da parte delle ASL anche al fine della repressione di eventuali abusi, truffe e comportamenti opportunistici.
RILEVATO pertanto che gli interventi suddetti nella misure ivi indicate determinano il raggiungimento dell’obiettivo programmatico per l’anno 2007 del piano di rientro così come indicato nella tabella 1 allegata che fa parte integrante del presente provvedimento Gli effetti complessivi sono mostrati in tabella nella pagina seguente
PRESO ATTO della proposta di deliberazione di Giunta avente ad oggetto “Finanziamento e definizione del sistema di remunerazione delle prestazioni  ospedaliere e di assistenza specialistica ambulatoriale dei soggetti erogatori pubblici e privati per l’anno 2007. Attuazione del Piano di rientro di cui all’accordo sottoscritto ai sensi dell’art 1 comma 180 L. 311/2004: obiettivi specifici 1.2 - 1.3. - 2.2 “


RILEVATO che il raggiungimento degli obiettivi di costo definiti da tutti gli interventi suddetti coerenti con quanto indicato nel Piano di rientro è strettamente correlato al mantenimento per l’anno 2007 del sistema tariffario attualmente vigente;

PRESO ATTO  che la presente deliberazione corrisponde nella forma e nei contenuti alle indicazioni prescritte nel tempo dai Ministeri della Salute e dell’Economia e Finanze
a seguito dell’accordo tra i predetti Ministeri e la Regione Lazio per l’approvazione del piano di rientro dai disavanzi e individuazione degli interventi per il perseguimento dell’equilibrio economico ai sensi dell’art. 1, comma 180 della legge 30 dicembre 2004 n. 311;
  
 All’unanimità

DELIBERA

per quanto espresso in premessa che qui  si intende integralmente riportato ed approvato:

di approvare quanto segue nel testo concordato con i Ministeri della Salute e dell’Economia a Finanze, con particolare riferimento alla nota del 15.06.07 a firma del Direttore Generale dott. Filippo Palumbo che fa parte di integrante  del presente provvedimento:- Allegato A-

di definire per l’anno 2007 il budget per le strutture RSA  in euro  126.203.774,00                        (allegato 1);

di prevedere in applicazione della DGR 101 del  20 febbraio 2007 l’istituzione di almeno 285 posti  letto aggiuntivi di RSA che  ipotizzando un livello assistenziale medio,  determinano una spesa aggiuntiva  pari a 6,2 milioni per anno.;
di  stabilire per l’anno 2007 un budget di 230 milioni di euro destinato alla remunerazione delle prestazioni di assistenza riabilitativa territoriale erogate dai soggetti privati provvisoriamente accreditati che erogano prestazioni ex art. 26; ( Allegato 2);
di definire per l’anno 2007 per le strutture di assistenza residenziale territoriale psichiatrica un budget di euro  48.461.858,00 (allegato 3 );
di definire per l’anno 2007 per le strutture assistenziali (Hospice) un budget complessivo pari ad euro  35.626.000,00;
di definire per altra assistenza sanitaria un budget di 65 milioni di euro (altra assistenza residenziale psichiatrica –comunità terapeutiche -, assistenza residenziale per altre disabilità – Alzheimer etc-, assistenza residenziale per tossicodipendenze ed alcolisti, nonché per assistenza idrotermale di cui alla  tabella di raccordo di cui all’allegato 4;
che gli interventi di cui ai commi precedenti e quelli relativi alla proposta di delibera “Finanziamento e definizione del sistema di remunerazione delle prestazioni  ospedaliere e di assistenza specialistica ambulatoriale dei soggetti erogatori pubblici e privati per l’anno 2007. Attuazione del Piano di rientro di cui all’accordo sottoscritto ai sensi dell’art 1 comma 180 L. 311/2004: obiettivi specifici 1.2 - 1.3. - 2.2 “, determinano il raggiungimento dell’obiettivo programmatico per l’anno 2007 del piano di rientro come da tabella di raccordo di cui all’allegato 4.

Il presente provvedimento sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio e la pubblicazione ha valore a tutti gli effetti di notifica per tutti i soggetti erogatori.

Editoriale
ARTICOLO DE IL MESSAGGERO
Il Messaggero 14 maggio 2015
14.05.2015
Testi header
D.P.C.A. 457/2014
"Linee     di   indirizzo    con particolare riferimento ai disturbi dello spettro autistico"
04.02.2015
Testi header
RINNOVO CONSIGLIO DIRETTIVO
Nell'Assemblea Generale del 15 gennaio u.s., sono state rinnovate le cariche sociali con l'elezione del nuovo Consiglio Direttivo della FOAI.
26.03.2013
Editoriale
RIABILITAZIONE IN ETA' EVOLUTIVA: lo stato dell'arte di Enrica Iscaro
RIABILITAZIONE IN ETA' EVOLUTIVA: lo stato dell'arte
26.04.2012
Ricerca
Autismo Infantile
Le linee su cui insistere. Il lavoro dell’IdO. Gli scopi del Convegno che si è tenuto a Roma il 12 novembre. 
15.11.2011
Ricerca
Autismo. I numeri danno ragione al percorso diagnostico e terapeutico adottato dall’IdO:
il 24% dei soggetti in cura fuori dal disturbo e miglioramenti per il 70%. 
15.11.2011
Servizi
I centri di riabilitazione e il loro difficile lavoro con bambini affetti da DSA e autismo:
L’esperienza del romano Sante de Sanctis
15.11.2011
Famiglia
Se la mancanza di assistenza uccide, direttamente o indirettamente.
La responsabilità di chi dirige le Asl.
15.11.2011
Cultura
Il valore straordinario del volontariato:
è successo qualcosa, nei primi giorni di novembre, che ce lo ha ricordato. 
15.11.2011
Cultura
Don Lugi Guanella e i malati mentali.
 Un santo innovatore. 
15.11.2011
Gl appunti del mese
Un modo diverso di essere giovani
Hanno più speranza nel futuro, sono impegnati politicamente, preferiscono il merito alle raccomandazioni, guardano meno...  
15.11.2011
Home
Le disabilità e l'impegno della ricerca.

15.11.2011